Bonus edilizi 2023: tutte le novità

Bonus edilizi 2023? Ecco come cambiano Superbonus, Bonus ristrutturazioni, Ecobonus e Sismabonus nel 2023.

Dopo la pubblicazione della legge di Bilancio per il 2023 (legge 179/2022), è finalmente definito il quadro dei bonus fiscali per il nuovo anno. Scopriamo le principali novità rispetto al 2022.

Superbonus

Il DL 176/2022 ha previsto che per tutto il 2023 la detrazione del Superbonus condomini passerà dal 110% al 90% per tutti i nuovi interventi su edifici plurifamiliari. Al riguardo è intervenuta anche la legge di bilancio definendo il quadro complessivo che è il seguente:

Si applica il 110% nel 2023 solo nei seguenti casi (in tutti gli altri la detrazione è pari al 90%):

  1. interventi diversi da quelli effettuati dai condomìni con CILA-S presentata al 25 novembre 2022
  2. interventi effettuati dai condomini con:
    • delibera assembleare adottata entro il 18 novembre 2022 + dichiarazione sostitutiva
    • CILA-S presentata entro il 31 dicembre 2022
  3. interventi effettuati dai condomini con:
    • delibera assembleare adottata tra il 18 e il 24 novembre 2022 + dichiarazione sostitutiva
    • CILA-S presentata entro il 25 novembre 2022
  4. interventi di ristrutturazione con istanza presentata entro il 31 dicembre 2022.

Mentre per tutte quelle spese che verranno sostenute nel 2024 e 2025 le detrazioni restano invariate:

  • 70% per il 2024
  • 65% nel 2025.

Bonus ristrutturazione

Il bonus ristrutturazione è stato rinnovato lo scorso anno e sarà valido fino al 2024 nella misura del 50%. Ricordiamo che si tratta di una misura già resa strutturale dal dl 201/2001 nella misura del 36% con tetto di spesa a 48.000 euro, ma di anno in anno prorogato nella misura del 50%, con tetto a 96.000 euro.

Ecobonus

L’ecobonus durerà fino al 2024, con una detrazione pari a 50% o 65% e tetti di spesa variabili in funzione degli interventi. Le regole restano le stesse.

Sismabonus

Si tratta di una detrazione fiscale per gli interventi di messa in sicurezza statica degli edifici. Anche il sismabonus sarà utilizzabile nel 2024. Prevede un’agevolazione con aliquote variabili in funzione della tipologia di immobile e delle classi di rischio sismico ridotte. In particolare, per gli edifici unifamiliari lo sconto va dal 50 al 70%, mentre per i condomini arriva fino all’85%.

Bonus barriere architettoniche

Il bonus barriere architettoniche è stato rinnovato fino al 2025 nella misura del 75%. Tale agevolazione è stata introdotta dalla legge di bilancio 2022 ed è una detrazione del 75% per tutte quelle spese documentate e sostenute dal 1 gennaio 2022 al 31 dicembre 2025 per la realizzazione di interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti.

Da oltre vent’anni siamo il partner di fiducia delle imprese edili che si occupano di demolizioni, ristrutturazioni e costruzioni ex novo in Campania, ma anche in altre regioni. Ecco la nostra gamma di macchine operatrici disponibili a noleggio o in vendita.

Merlo e-Worker: il telescopico 100% elettrico
Close Preferiti
Close
Close
Categorie